Pelle opaca dopo l'abbronzatura 🏜️ cause e rimedi

In estate sogniamo di ottenere una splendida pelle ambrata a luminosa dopo l'esposizione ai raggi solari, e invece spesso ci ritroviamo con una pelle opaca dopo l'abbronzatura, ispessita e grigia, spenta. 

Ecco tutte le cause e i rimedi per la pelle opaca dopo l'abbronzatura, continua a leggere per scoprire come ottenere invece una pelle sana e luminosa 🤩

Storia dell'abbronzatura

Ritenuta fin dall'antichità il segno distintivo delle classi più umili, costrette a lavorare sotto al sole, l'abbronzatura viene rivalutata negli anni Venti, quando Coco Chanel tornò da una vacanza in Costa Smeralda sfoggiando uno splendido colorito ambrato e le clienti affezionate della boutique in Rue Cambon vollero imitarla.

Nella seconda metà del Secolo scorso, complice anche la diffusione della televisione a colori che sovente mostrava uomini e donne bellissimi e abbronzati in località di villeggiatura esclusive, l’abbronzatura è diventata a pieno titolo uno status symbol: con un repentino ribaltamento di ruoli, la pelle abbronzata indicava ricchezza e vacanze di lusso, mentre il pallore andava a simboleggiare le lunghe ore di lavoro in fabbrica lontano dal sole.

Inutile discuterne, la tintarella è un must have estivo che non sembra destinato a tramontare, ma spesso la pelle abbronzata risulta tristemente opaca e non sana e luminosa come vorremmo. Vediamo quali sono le cause di questo piccolo inconveniente e come porvi rimedio facilmente.

Cause della pelle opaca dopo l'abbronzatura

Le principali cause della pelle opaca dopo l'abbronzatura sono due:

  • la disidratazione, dovuta al caldo elevato sotto il sole, all'azione dell'acqua salmastra che sottrae liquidi all'epidermide facendola seccare e a una non sufficiente reidratazione tramite creme e l'ingerimento della corretta quantità di acqua;
  • l’ispessimento cutaneo dovuto a una risposta della pelle ai danni provocati dal sole, che per proteggersi diventa appunto più spessa nel momento in cui va a sostituire le cellule danneggiate dai raggi UV.

Niente di grave né, tanto meno, irrimediabile. Vediamo subito come avere un'abbronzatura invidiabile e una pelle luminosa e dall'aspetto sano.

Come rimediare alla pelle opaca

Il primo accorgimento da adottare è - banale, ma sempre utile - mantenere il corpo idratato bevendo molta acqua fresca e preferendo alimenti ricchi di acqua come frutta e verdura sia durante la giornata in spiaggia o in piscina, sia dopo essere rincasate. È meglio evitare anche i cibi grassi come affettati e i formaggi e, in generale, andarci piano con il sale perché favorisce la ritenzione idrica, nemica della pelle in generale e in particolare dell’abbronzatura.

Sebbene dopo una giornata sotto il sole cocente la tentazione di accendere al massimo l’aria condizionata sia fortissima, cerca di resistere: il troppo freddo restringe i pori e non permette alla pelle di respirare come dovrebbe, rendendola quindi secca e dall’aspetto poco sano.

Veniamo ora alle false credenze che ci portano a non curare la nostra abbronzatura come dovremmo: la doccia e lo scrub. È molto diffusa l’idea che le cellule scurite dal sole siano quelle più superficiali e che, quindi, acqua, bagnoschiuma e trattamenti esfolianti siano da limitare al massimo per non ritrovarsi più pallide di quando siamo scese in spiaggia. Niente di più sbagliato! Continua a fare regolarmente uno scrub delicato su tutto il corpo con lo Scrub Corpo Nutriente Rich Frame, per favorire il rinnovamento cellulare ed eliminare quella patina grigia che spegne il colorito.

Effettua a intervalli regolari anche lo scrub viso, evitando in questo casi i microgranuli per non sollecitare eccessivamente la pelle del viso. Il prodotto ideale è lo Scrub Viso Rinfrescante Hydra Shot a base di agenti enzimatici che, a differenza degli scrub a base di acidi della frutta, non intacca l'abbronzatura della pelle ed è perciò perfetto per il periodo estivo.

La doccia, specie se calda, non solo porterà via la spossatezza e la tipica sensazione di umidiccio che portiamo a casa dopo una giornata al mare o in piscina, ma andrà a fissare l'abbronzatura in profondità senza intaccarla minimamente.

Per un’idratazione ottimale, l’ideale è usare anche una crema idratante per corpo e viso. Allo stesso modo, un bel trattamento esfoliante rimuove le cellule epiteliali più superficiali e dure lasciando la tua pelle elastica e luminosa. Non tutti sanno che per proteggersi dai raggi UV la pelle si ispessisce spontaneamente quando viene esposta per molto tempo al sole ed è proprio questo strato superficiale a risultare spento e opaco. Esfoliando la pelle regolarmente, verrà in superficie una pelle splendida e abbronzata in modo uniforme.

Un altro accorgimento utile per evitare l’effetto opaco è limitare l’uso del profumo: la presenza, seppur minima, di alcol al suo interno è nemica della pelle, specie dopo una lunga esposizione ai raggi solari. 

In ultimo, non dimenticare che l’esposizione prolungata ai raggi solari per ottenere un’abbronzatura perfetta è un momento di relax, ma anche un grande stress per la nostra pelle, quindi questa va lasciata riposare. Esattamente come accade per i muscoli, il riposo è essenziale per una resa ottimale: il consiglio è di lasciar trascorrere almeno dodici ore tra una sessione di abbronzatura e l’altra, in modo che le cellule epiteliali abbiano il tempo di rigenerarsi e presentarsi poi al meglio.

Lascia un commento

Grazie <3